fbpx

Pet therapy e Alzheimer, un ponte di affetto e benessere tra malati e caregiver

By Aprile 5, 2024Alzheimer
pet therapy e Alzheimer

Mentre ancora non esiste una cura per fermare il decorso della malattia di Alzheimer, terapie alternative possono aiutare a convivere più serenamente con la malattia. I benefici della pet therapy spiegati dalla A alla Z

 

La malattia di Alzheimer rappresenta una sfida non solo per chi ne soffre ma anche per i familiari che se ne prendono cura. In questo percorso, dove la medicina tradizionale cerca di rallentare il decorso della malattia, emergono alternative terapeutiche che apportano benefici significativi. Tra queste, la pet therapy si distingue per la sua capacità di migliorare la qualità della vita dei pazienti in modo dolce e naturale.

Cos’è la Pet Therapy e perché si usa per curare l’Alzheimer?

La pet therapy, o terapia assistita dagli animali, è un intervento terapeutico che prevede l’interazione tra un paziente e un animale opportunamente selezionato e addestrato, sotto la guida di un professionista. Questo tipo di terapia si fonda sulla capacità innata degli animali di offrire conforto e stimolare reazioni positive negli esseri umani.

Pet Therapy e Alzheimer: i benefici cognitivi ed emotivi

Nei pazienti affetti da Alzheimer, la pet therapy ha dimostrato di avere effetti benefici sia a livello cognitivo che emotivo. La presenza di un animale può stimolare la memoria a breve termine, ricordando loro le esperienze passate con gli animali. Inoltre, l’interazione con un animale può migliorare l’attenzione e la concentrazione, elementi spesso compromessi in queste persone.

Dal punto di vista emotivo, gli animali forniscono un senso di conforto e sicurezza, riducendo i sintomi di ansia e depressione che frequentemente accompagnano l’Alzheimer. La loro presenza può alleviare il senso di isolamento, promuovendo invece stati d’animo positivi.

Gli effetti (positivi) sulla comunicazione e l’interazione sociale

Un altro aspetto rilevante è l’impatto della pet therapy sulla comunicazione e sull’interazione sociale. I pazienti con Alzheimer tendono a isolarsi a causa delle difficoltà linguistiche e di comprensione. Gli animali, con il loro comportamento non verbale, si pongono come mediatori, facilitando l’espressione di emozioni e bisogni. Questo stimola la verbalizzazione e il desiderio di interagire sia con l’animale sia con le persone circostanti.

La pet therapy come sostegno per i caregiver

I benefici della pet therapy non si limitano ai pazienti ma si estendono anche ai loro caregiver. Assistere un familiare con Alzheimer può essere estenuante sia fisicamente sia emotivamente. Vedere il proprio caro interagire positivamente con un animale può offrire momenti di sollievo e gioia, riducendo lo stress e migliorando l’equilibrio emotivo del caregiver.

Infine, bisogna ricordarsi che prima di introdurre la pet therapy (e qualsiasi terapia in generale) come supporto, è importante valutare diversi aspetti insieme al proprio medico. Nel caso specifico della pet therapy, le prime domande da fasi sono l’atteggiamento dei nostri cari malati nei confronti di cani, gatti, la loro familiarità e le eventuali allergie del paziente verso gli animali. È fondamentale affidarsi a centri specializzati che operano con animali addestrati e in buona salute, garantendo così la sicurezza e il benessere di tutti i coinvolti.

La pet therapy rappresenta un’efficace terapia non farmacologica per i malati di Alzheimer, capace di migliorare significativamente la loro qualità di vita. Offrendo benefici cognitivi, emotivi e sociali, si rivela un prezioso alleato nel percorso di cura di questi pazienti. Per i caregiver, rappresenta una fonte di sostegno e un’occasione per riscoprire la gioia nelle piccole interazioni quotidiane. Gli animali diventano non solo compagni di cura ma anche di vita, insegnando l’importanza del contatto, della cura e dell’affetto incondizionato.

Contact Form Blog

  • Entra a far parte della nostra community.

    Iscriviti per rimanere aggiornato.
    * I consensi contrassegnati con asterisco sono obbligatori.


Vuoi ricevere maggiori informazioni?




Ho preso visione dell'informativa. *
Presto il consenso all’invio di newsletter informative.
Presto il consenso all’invio, in forma cartacea e/o telematica, da parte delle società del Gruppo Korian Italia, di comunicazioni commerciali relative ai servizi offerti, di materiale informativo inerente alle attività e agli eventi promossi, di questionari e di indagini di mercato.
Presto il consenso alla profilazione delle informazioni personali per svolgere attività di marketing comportamentale.

* I consensi contrassegnati con asterisco sono obbligatori.