fbpx

Come spiegare l’Alzheimer ai bambini: una guida semplice

By Febbraio 12, 2024Alzheimer
spiegare l'Alzheimer ai bambini

Comprendere cosa sia l’Alzheimer non è semplice per noi adulti e quindi ancora meno lo è per i bambini. È però fondamentale dare gli strumenti giusti perché anche loro possano capire che la persona che hanno di fronte è malata e spiegargli come comportarsi

 

Ne abbiamo parlato spesso, di quanto sia difficile comprendere la malattia di Alzheimer, molto spesso la sensazione è quella di non riconoscere più la persona che abbiamo di fronte. Per i bambini tutte queste sensazioni sono amplificate, senza contare che i comportamenti “strani” li disorientano. Ecco perché vanno rassicurati e aiutati a capire cosa sia questa forma di demenza. Attraverso brevi punti, cercheremo di offrire una guida utile per spiegare l’Alzheimer ai bambini.

Spiegare l’Alzheimer ai bambini semplificando il più possibile

Quando si spiega l’Alzheimer a un bambino, è cruciale usare un linguaggio semplice e rassicurante. Diremo, quindi, che il cervello di chi è malato funziona in modo diverso dal nostro e che a volte può dimenticare nomi, eventi o come fare certe cose. È utile paragonare il cervello a una libreria dove i libri (i ricordi) iniziano a disordinarsi e diventa difficile trovare quello che si cerca. Oppure si può usare l’immagine della nebbia, che rende difficile distinguere le cose una dalle altre.

Rispondere alle domande con sensibilità

I bambini, naturalmente curiosi, potrebbero fare molte domande. La cosa migliore da fare è rispondere con sincerità, ma cercando di mantenere le spiegazioni il più positive possibile. E quando non si sa qualcosa, è sempre meglio essere onesti e dire: “Questo non lo so, ma possiamo chiedere al dottore”. Questo atteggiamento insegna che è normale non avere tutte le risposte e che l’importante è supportarsi a vicenda e rivolgersi agli specialisti.

Rassicurare i bambini sulle loro emozioni

È normale che un bambino si senta triste, confuso o persino arrabbiato di fronte alla malattia di un caro. È fondamentale rassicurarlo sul fatto che sia normale provare tutte queste emozioni. Ricordate al bambino che l’amore che si prova per la persona non cambia, anche se questa sembra diversa o si comporta in modo non abituale.

Mostrare l’importanza di mantenere vivo il legame

Dobbiamo almeno provare a incoraggiare il bambino a interagire con la persona affetta da Alzheimer attraverso attività semplici, come guardare insieme un album di foto, ascoltare musica o disegnare. Queste attività possono aiutare a mantenere vivo il legame e a creare momenti di gioia condivisi e allo stesso tempo a distogliere l’attenzione dall’io malato, concentrandosi sulle facoltà residue del nostro caro.

Spiegare l’Alzheimer a un bambino può sembrare una sfida e in effetti lo è. Ma con sensibilità, amore e la giusta semplicità è possibile aiutare i più piccoli a comprendere e accettare la condizione di malattia. Ricordate che il supporto, la pazienza e l’affetto sono fondamentali nel percorso di accettazione e adattamento all’Alzheimer.

Contact Form Blog

  • Entra a far parte della nostra community.

    Iscriviti per rimanere aggiornato.
    * I consensi contrassegnati con asterisco sono obbligatori.

 


Vuoi ricevere maggiori informazioni?




Ho preso visione dell'informativa. *
Presto il consenso all’invio di newsletter informative.
Presto il consenso all’invio, in forma cartacea e/o telematica, da parte delle società del Gruppo Korian Italia, di comunicazioni commerciali relative ai servizi offerti, di materiale informativo inerente alle attività e agli eventi promossi, di questionari e di indagini di mercato.
Presto il consenso alla profilazione delle informazioni personali per svolgere attività di marketing comportamentale.

* I consensi contrassegnati con asterisco sono obbligatori.